Consapevolezza, Eventi, In evidenza, La Tragedia Silenziosa, Metaverso, Social Media, Volontariato

La Tragedia Silenziosa Continua all’Isola d’Elba con Exodus

Se hai trovato utile questo articolo, condividilo sui tuoi profili social!Sabato 11 maggio mattina, presso la sala cinematografica “Nello Santi” del Centro Culturale De Laugier, che ospita anche la Pinacoteca Foresiana, nel centro storico di […]
Se hai trovato utile questo articolo, condividilo sui tuoi profili social!

Sabato 11 maggio mattina, presso la sala cinematografica “Nello Santi” del Centro Culturale De Laugier, che ospita anche la Pinacoteca Foresiana, nel centro storico di Portoferraio sull’Isola d’Elba, si è tenuta una conferenza partecipata e memorabile. Più di 80 persone hanno assistito alla presentazione del format “La Tragedia Silenziosa Continua” e, al termine, hanno animato l’evento con una lunga sessione di domande durata oltre un’ora. È stato un evento indimenticabile, che ha seguito quello tenuto in collegamento remoto nel maggio 2023.

Le tre ore sono state intense, sentite e a tratti molto commoventi. Tra il pubblico c’erano genitori, ragazzi e insegnanti di diverse scuole di Portoferraio, e alcuni ragazzi della Comunità Exodus “La Mammoletta” dell’Elba, parte dell’opera promossa da Don Antonio Mazzi per salvare i giovani vittime di dipendenze patologiche. Mi ha colpito il fatto che i giovani della comunità si siano ritrovati pienamente nei temi trattati, riguardanti i disagi della società moderna, le cause alla radice delle dipendenze e i fenomeni correlati all’abuso e alla dipendenza digitale.

Al termine dell’evento, i ragazzi di Exodus mi hanno invitato a visitare la loro comunità per approfondire alcune tematiche legate alle dipendenze e all’aumento dei disagi psicologici nella società moderna. Ho accolto con entusiasmo questa occasione e li ho visitati il giorno successivo, prima di lasciare l’isola. Ne parlo in questo articolo dedicato.

Ringrazio di cuore Maria Brustolin per avermi invitato e organizzato l’incontro, oltre a Valeria, Sabrina, Michele e tutta l’organizzazione dell’evento per la gentilezza, l’ospitalità e la partecipazione sentita ai temi da me promossi.


Se hai trovato utile questo articolo, condividilo sui tuoi profili social!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.